giovedì 20 aprile 2017

Fiadoni al formaggio


Dalle mie parti, in Abruzzo, nel periodo primaverile/pasquale i fiadoni non possono mai mancare sulle nostre tavole e nel cestino dei nostri pic-nic.
Questi tipici ravioli, costituiti da una sfoglia a base di uova, farina, olio e vino bianco e da un ripieno al formaggio devono il loro nome all'incisione che viene praticata sulla sommità che permette loro di "sfiatare"durante la cottura.
Io ne sono letteralmente ghiotta: da bambina erano la mia merenda (ipercalorica) preferita, non solo a Pasqua ma durante tutto l'anno, crescendo, poi, ho imparato a prepararli in casa con l'aiuto della mia mamma. Col passare degli anni e dopo prove su prove, siamo riuscite a mettere a punto la ricetta perfetta, quella che mi piacerebbe divetasse "di famiglia", da tramandare ai miei figli e ai miei nipoti.



Per me il fiadone perfetto deve avere una pasta consistente, ma morbida, non secca, e un ripieno umido e ben bilanciato, leggermente piccante. Con la ricetta che vi propongo oggi otterrete un prodotto eccellente, fidatevi, proprio come quello che è in vendita nei forni.
Potete consumare questi buonissimi rustici in ogni momento dell'anno, non solo a Pasqua. Saranno perfetti per arricchire il cestino del pane, consumati come aperitivo insieme a dei buoni salumi oppure saranno lo sfizio ideale da gustare durante le vostre scampagnate e i vosti pic-nic all'aperto.


FIADONI AL FORMAGGIO
(per 50/60 pezzi)

INGREDIENTI:
  • 500 g di farina 00
  • 1 cucchiaino di lievito per torte salate
  • 2 uova
  • un pizzico di sale
  • 1/2 bicchiere di olio di semi
  • 3/4 di bicchiere di vino bianco
PER IL RIPIENO
  • 250 g di parmigiano grattugiato
  • 250 g di pecorino grattugiato
  • 250 g di formaggio rigatino grattugiato
  • 5/6 uova
  • pepe
PREPARAZIONE:
  1. Per l'impasto: impastate insieme tutti gli ingredienti fino ad ottenere un panetto liscio, elastico e morbido, ma non appiccicoso. In caso fosse troppo duro, aggiungete poco latte.
  2. Stendete l'impasto a mano con il mattarello oppure con una macchinetta tirapasta. Dovrete ottenere una sfoglia piuttosto sottile, ma non troppo ( se utilizzate una macchinetta fermatevi al terzultimo livello).
  3. Preparate il ripieno: impastate insieme tutti gli ingredienti. Unite prima 5 uova, aggiungete la sesta solo se il composto vi sembra troppo sodo. Dovrete ottenere un impasto morbido.
  4. Ritagliate dalla sfoglia dei dischi di circa 8 cm di diametro e sistemate un cucchiaino di ripieno su ogni disco. 
  5. Spennellate i bordi dei dischi con dell'uovo sbattuto e chiudeteli a mezzaluna ottenendo un raviolo. Sigillate benissimo i bordi con l'aiuto di una forchetta e praticate un'incisione a croce sulla sommità di ogni raviolo.
  6. Spennellate con l'uovo la superficie dei fiadoni e infornateli a 180° ventilato per circa 20 minuti. Saranno pronti quando saranno ben gonfi e dorati.
  7. Serviteli freddi.

Note:
  • Il rigatino è un formaggio tipico delle mie parti, semistagionato, misto ovino e vaccino. Qualora non lo troviate potete sostituirlo con una ricotta molto asciutta oppure con un qualsiasi formaggio semistagionato non troppo saporito.
Spero che questa ricetta di famiglia vi sia piaciuta,
vi aspetto alla prossima,
baci,
Azzurra

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...