giovedì 11 agosto 2016

Crostata agli amaretti, crema e pesche


Amaretti e pesche. Un matrimonio di sapori classico, ma sempre vincente che unisce l'intenso aroma delle mandorle alla freschezza della frutta estiva.
Io e la mia mamma abbiamo deciso di reinterpretare a modo nostro le tipiche "pesche farcite", quelle che vengono riempite,di solito, di amaretti e cioccolato e cotte in forno, creando una crostata che definire superlativa è poco.



In questo dolce buonissimo il guscio di frolla profumato agli amaretti cuoce direttamente in forno con una crema vellutata e tanta frutta fresca.
Nessuna fastidiosa cottura in bianco per la frolla, quindi: non dovrete far altro che stenderla normalmente con il mattarello, sistemarla nella teglia, adagiare su di essa la crema tiepida, decorare con le fettine di pesca tagliate sottili e via...tutto in forno!
La crema, la cui ricetta arriva dritta dritta dal maestro Luca Montersino, non si asciugherà in forno, ma resterà estremamente morbida e liscia creando un perfetto contrasto con la frolla e la frutta. Mmmmh, che bontà! Correte a prepararla!

CROSTATA AGLI AMARETTI, CREMA E PESCHE
(per una crostata da 26 cm di diametro)

INGREDIENTI: 
PER LA FROLLA AGLI AMARETTI
  • 300 g di farina
  • 75 g di amaretti
  • 190 g di burro
  • 100 g di zucchero a velo
  • 3 tuorli
  • sale
 PER LA CREMA COTTA
  • 320 g di latte
  • 160 g di panna fresca
  • 180 g di zucchero
  • 30 g di fecola
  • 145 g di tuorli (circa 7) 
  • scorza di limone e vaniglia
INOLTRE
  • poca confettura o una manciata di amaretti tritati
  • 4 pesche nettarine
  • gelatina per lucidare 
PREPARAZIONE:
  1. Iniziate preparando la frolla: tritate finemente in un mixer gli amaretti.
  2. Mescolate insieme la farina con gli amaretti tritati, un pizzico di sale e introducete anche il burro freddo di frigo tagliato a pezzetti. Con la punta delle dita amalgamate il tutto ottenendo una sorta di composto sabbioso.
  3. Aggiungete anche lo zucchero a velo e i tuorli. Impastate BREVEMENTE, giusto il tempo che serve per ottenere una palla liscia ed omogenea. Fate sempre attenzione a non surriscaldare con le mani l'impasto, pena la perdita di friabilità. 
  4. Avvolgete l'impasto nella pellicola trasparente e fare riposare in frigo per almeno mezz'ora.
  5. Per la crema: in un pentolino, portate a sfiorare il bollore il latte con la panna e gli aromi.
  6. A parte, in una ciotola, montate i tuorli con lo zucchero e la fecola fino ad ottenere un composto chiaro e spumoso.
  7. A questo punto, abbassate la fiamma, versate le uova montate all'interno del latte caldo e mescolate con una frusta per un paio di minuti per far addensare la crema.
  8. Spegnete il fuoco e lasciate intiepidire.
  9. Tirate fuori la frolla dal frigo e stendetela con un mattarello non troppo sottile.
  10. Imburrate e infarinate uno stampo da crostata e copritelo con la frolla stesa. Bucherellate per bene il fondo con una forchetta e copritelo con altri amaretti sbriciolati o un velo di confettura: in questo modo la frolla rimarrà isolata e conserverà la sua friabilità.
  11. Versate, a questo punto, la crema ormai tiepida e livellatela bene. Su di essa, andate a disporre in modo ordinato le fettine di pesca tagliate molto sottili.
  12. Infornate la crostata a 180° forno ventilato per circa 30/35 minuti. 
  13. Fatela raffreddare e, se volete, lucidatela con poca gelatina (tipo tortagel).

Note:
  • E' importante isolare la frolla con della confettura o con gli amaretti tritati, altrimenti l'umidità della crema e della frutta comprometterà la sua friabilità rendendola molle.
  • Affettate le pesche molto sottili: cuoceranno meglio e sarà più semplice tagliare la fetta. 
  • Se vi avanza della frolla e della crema create delle piccole crostatine: saranno perfette a colazione!
  • Se non vi piacciono le pesche potete sostituirle con le mele. 
Io spero che anche questa ricetta vi sia piaciuta,
fatemi sapere cosa ne pensate!
Vi aspetto alla prossima,
baci,
Azzurra

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...